About

Evitare anticipatamente l'inutile devastazione dei piazzali più belli di Parma.

Il piano parcheggi sotterranei deciso dall’amministrazione prevedeva inizialmente 14 aree per un migliaio di stalli automatizzati, interrati e pertinenziali privati in via Bodoni, piazzale Salvo D’Acquisto, via 22 luglio, borgo Felino, piazzale Boito ovest, borgo Parente, via Padre Lino, via Bixio-Gorizia, piazzale Matteotti, piazzale Picelli, via Antelami, piazzale Serventi, piazzale Borri e piazzale Bertozzi.

Zone poi ridotte dalla Giunta a via Bodoni, piazzale Salvo D’Acquisto, borgo Parente, via Bixio/Gorizia, piazzale Picelli, via Antelami, piazzale Serventi e Borri. Sarà l’associazione temporanea di imprese formata dalle due ditte cesenati “Parcheggi” e “Trevi” (le uniche ad avere aderito al bando) a costruire i posti auto.

Per la costruzione si scaverà sotto terra per almeno 16 metri (in p.le S.D'Acquisto 25 metri!!) e ogni piano ospiterà 12 posti auto ad accesso meccanizzato.

Leggi la relazione qui sotto per capire i motivi dell' opposizione popolare.

1. Questi parcheggi sotterranei non sono stati chiesti e non sono per i cittadini e in più ne renderanno la vita un inferno.

2. Gli edifici storici attigui con scavi che raggiungeranno i 25 metri subiranno sicuramente fessurazioni.

3. I residenti bloccheranno i lavori usando le perizie strutturali preventive: non è meglio fermarsi prima?

4. Le poche aree verdi in centro: per quale motivo danneggiarle? Gli alberi, ad esempio, in Piazzale S.D'Acquisto verranno quasi tutti abbattuti.

5. Un piazzale che esiste da secoli è un tesoro da preservare, non un pezzo di gruviera