About

Evitiamo di abbandonare chi darebbe la vita per noi

L'abbandono degli animali è l'intenzionale allontanamento di un animale domestico o d'affezione del quale si sia proprietari e che viene in genere rilasciato in luoghi dai quali si prevede non possa riavvicinarsi all'abitazione in cui era detenuto.

L'abbandono, quando non fonte di incidenti stradali [1], può portare al randagismo[2] ed alla conversione dell'animale alla vita selvatica. La pratica è ritenuta riprovevole e pericolosa da quote rilevanti di popolazione, in particolare da associazioni e movimenti animalisti, e negli ultimi anni si sono allestite strutture pubbliche (in genere locali) con compiti di sensibilizzazione e prevenzione del fenomeno, le proporzioni del quale sono stimate di stringente rilievo[3].
In Italia l'abbandono è vietato i sensi dell'art. 727 del codice penale[6], che al primo comma recita: "Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro.".
Inoltre, secondo il Ministero della Salute italiano, «chi abbandona un cane, dunque, non solo commette un reato penale (legge 189/2004), ma potrebbe rendersi responsabile di omicidio colposo»[9], quando gli animali abbandonati provocassero incidenti stradali mortali.

1. Non abbandonare chi ti ama

2. Metti per una volta l'egoismo in un angolo

3. Dai oggi e riceverai domani